2014-10-14-10.23.23

Solidarietà al Terzo Valico: sabato ci saremo anche noi!

In questi giorni un’altra devastante alluvione ha colpito il territorio di Genova e della Provincia. La nostra solidarietà va a tutte le persone coinvolte da questo disastro ambientale e a tutte le persone che in questi giorni si sono attivate per sopperire alle mancanze delle istituzioni. Continua a leggere

14desk-alluvione-piemonte-daa4305ff16

No Tav Terzo Valico – Alluvione: per quanto voi vi crediate assolti siete per sempre coinvolti

da notavterzovalico.info Scriviamo queste righe con tanta, tantissima rabbia. Dopo Genova l’alluvione è arrivata in basso Piemonte. L’emergenza è ancora in corso ad Arquata, Serravalle, Novi, Pozzolo, Gavi. In molte cittadine della Valle Scrivia l’acqua non è potabile, vi sono decine di frane, strade e linee ferroviarie interrotte, famiglie evacuate, scuole chiuse, cantine, negozi e case invase da acqua e fango. Continua a leggere

m4s0n501
10653289_10152648905057906_8234814391873469183_n

Verso il 23 novembre: le nuove proposte dei comitati No Tav Brescia-Verona

Ieri sera si è svolta a Ponte San Marco la prima assemblea dei Comitati Brescia – Verona dopo la manifestazione del 5 Ottobre.

Tante le valutazioni positive sia dei rappresentanti dei vari comitati presenti che della gente, che dopo la passeggiata a San Martino era presente ieri per continuare a costruire insieme questo percorso di lotta contro l’alta velocità. Sicuramente il 5 ottobre ha risvegliato tanti animi e dato coraggio a chi sta iniziando a intraprendee questo percorso, è stato vissuto come “un segnale contro la rassegnazione”, ed è stato proprio questo entusiasmo che ieri ha fatto emergere numerose proposte e la necessità di continuare ad informare “per far capire anche agli altri”.

E così è stato fissato un nuovo momento per scendere in piazza tutti e tutte insieme, per informare, per sensibilizzare tutti verso queste problematiche, per ribadire che continueremo a lottare contro la costruzione di quest’opera perchè di casi come quelli di Genova e del Terzo Valico di questi giorni non ne vogliamo altri, per tornare a sorridere e socializzare nelle nostre terre, nelle nostre strade e nelle nostre piazze. Torneremo in piazza per far capire a sempre più persone che non dobbiamo arrenderci e accettare tutto quello che ci viene imposto, ma dobbiamo rimparare a stare uniti e lottare insieme.

Il 23 novembre (data scelta perchè precede di qualche giorno lo scadere dei tempi per presentare le osservazioni sull’opera) saremo quindi di nuovo in strada tra Calcinato e Lonato, due dei comuni interessati dal Tav Bs-Vr dove teoricamente dovrebbero sorgere i primi cantieri; sarà una nuova occasione per toccare da vicino le terre colpite dal passaggio dell’alta velocità.

In preparazione a questa nuova data di mobilitazione, lunedì prossimo, 20 ottobre, alle 21:00 si terrà un’altra assemblea dei comitati No Tav Brescia – Verona alla sala della Preistoria di Ponte San Marco.Si deciderà insieme come costruire questa data e come portare avanti tutte le altre proposte e necessità emerse ieri sera.

Infatti durante l’assemblea è emersa innumerevoli volte la necessità di continuare a fare informazione, costruendo nuove assemblee informative nei comuni dove non siamo ancora stati come Sirmione, Castenedolo, Peschiera, ecc. Continuando con questo percorso speriamo di veder nascere in ogni località un comitato No Tav locale che vada a coordinarsi con quelli già esistenti.

In queste assemblee e nelle prossime iniziative continueremo a mettere a nudo tutte le contraddizioni che riguardano quest’opera e questo modello di sviluppo, invitando anche le amministrazioni a prendere delle posizioni chiare a tal proposito. Siamo stufi che le decisioni vengano prese solo per interessi economici o politici, compromettendo sempre la salute e il benessere di tutti e tutte, generazioni future comprese.

Verrà così organizzato per le prossime settimane un momento di mobilitazione contro Cepav 2, per denunciare nuovamente la presenza di ditte e appalti mafiosi nella costruzione di quest’opera, e per denunciare la folle idea di aprire 10 nuove cave di prestito in un territorio completamente massacrato da cave e discariche come è il nostro.

Verrà a breve fissata anche una nuova data per un’assemblea a Brescia per portare avanti le innumerevoli proposte emerse durante l’assemblea del 29 settembre presso l’Oratorio Santa Maria in Silva.

Insomma…. il 5 ottobre è stato solo l’inizio, continuiamo così!

FERMARLO E’ POSSIBILE, FERMARLO TOCCA A NOI!

 

 

 

 

 

10628058_772736716095858_6740445333156383001_n

GENOVA, CHI SONO GLI SCIACALLI ?

10628058_772736716095858_6740445333156383001_n

Le cronache in arrivo da Genova riportano la notizia che alcuni tra i cosiddetti “angeli del fango”, cioè cittadini mobilitatisi immediatamente dopo l’esondazione del Bisagno nel curare le ferite patite dalla città tramite lavoro volontario, avrebbero avuto degli screzi, arrivati fino agli spintoni, con alcuni esponenti delle forze dell’ordine. Continua a leggere

vetrina lonato

UN VUOTO DA ” OCCUPARE “

vetrina lonato

Mi è stato fatto notare che sulle vetrine di un supermercato a Lonato del Garda è stato fatto un ” attacchinaggio selvaggio ” di manifesti per promuovere il 5 ottobre. Oggi mi sono accorto del misfatto e ho fatto qualche foto. Si tratta dell’ex LD , supermercatino a basso costo  che si trova sulla strada provinciale che collega Lonato a Desenzano. Continua a leggere

terzo valico frana

9 ottobre, la furia dell’acqua

terzo valico frana

Un giorno di pioggia intensa e a Genova si manifesta, per l’ennesima volta, l’intesa perfetta tra urbanizzazione e stagione delle piogge. L’ennesima, repentina, alluvione. Un deja-vù. A una quantomeno strana estate, è seguito un torrido settembre e, così, nel giro di pochi giorni, i primi giorni di piogge, torrenziali, hanno di nuovo bussato alla porta di Genova. Continua a leggere

TAV SUL GARDA

LETTERA INVIATA AI SINDACI DAL COORDINAMENTO NO TAV BASSO GARDA ALTO MANTOVANO

TAV SUL GARDA

OGGETTO: tracciato A.V. Lotto Funzionale Brescia-Verona – Progetto definitivo

Nel mese di settembre CEPAV due ha trasmesso ai Comuni il progetto definitivo del tracciato A.V. Brescia-Verona che impegna le Amministrazioni locali alla presentazione delle osservazioni per la VIA. Un progetto che avrà un notevole impatto ambientale e che creerà molti disagi alla popolazione; un progetto per il quale sono previsti espropri. L’informazione è alla base della trasparenza amministrativa ed il coinvolgimento della cittadinanza su problematiche di tale rilevanza fa parte della democrazia. Per queste ragioni, il sottoscritto Coordinamento chiede a chi è preposto a governare il territorio, di effettuare un incontro pubblico per presentare alla cittadinanza: Continua a leggere

20141007_102934

LA CORSA A OSTACOLI DEL PARTITO DEMOCRATICO

20141007_102934

“Il tracciato dell’Alta Velocità ferroviaria Brescia-Verona è costellato di criticità e strettoie di metodo e sostanza.” La frase è ripetuta come un mantra dai comitati No Tav della zona ( i primi dei quali nati nel 2006 ) . Ma questa volta a pronunciarla è stato l’assessore all’Urbanistica di Desenzano Maurizio Tira ( Giunta PD ) nella veste di ordinario di Tecnica urbanistica alla Facoltà di Ingegneria dell’Università di Brescia.

Continua a leggere