Arriva la prima pioggia: la stazione Alta Velocità di Bologna si allaga!

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

I mesi estivi non sono bastati per tappare le falle nei cantieri della stazione Alta Velocità di Bologna Centrale. Domenica, con le prime piogge di stagione, l’acqua ha ricominciato a filtrare, creando una serie di pozzanghere lungo il passaggio e ai piedi delle scale mobili.

Ricordiamo che a giugno era successa la stessa cosa: dopo qualche giorno dall’inaugurazione della nuova stazione, i viaggiatori avevano già iniziato a muoversi schivando pozzanghere e infiltrazioni. Il problema non si presentava però solo in caso di maltempo ma anche quando fuori c’era il sole: i muri erano bagnati e dal soffitto pioveva perchè non era stata fatta l’impermeabilizzazione, ma essendoci bel tempo la colpa non poteva essere solo del maltempo.

Ricordiamo che tutto ciò succede da un progetto che ha richiesto ben 8 anni e mezzo di lavori e 530 milioni di euro di investimento. 

Gli stessi problemi sono stati riscontrati anche nella stazione TAV di Reggio Emilia: anche qui pioggia e cantiere aperto (Buco nell’acqua per la stazione Mediopadana Tav di Reggio Emilia: appena inaugurata, già ci piove dentro).

Per Ferrovie dello Stato il problema è solo d’immagine: a livello tecnico nessun disagio o rallentamento e nessuna sorpresa visto che il cantiere è ancora aperto e non è stata completata l’impermeabilizzazione “È come se io comprassi una casa e se dovessero terminare ancora il primo piano, ma si potesse già utilizzare il piano terra. È chiaro che sotto puoi avere qualche ripercussione, ma intanto hai una casa”. La priorità delle Ferrovie dello Stato era ottimizzare il servizio di trasporti attivando il prima possibile lo scalo sotterraneo e alleggerendo la stazione centrale. Viene solo da chiedersi quale costruttore edile avrebbe consegnato una villa da 500 milioni di euro con le pozzanghere nel salotto…

Foto tratte da: http://bologna.repubblica.it

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×