MARTEDI 16 DICEMBRE ASSEMBLEA POPOLARE NO TAV

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

IMG01864-20140120-0916

Le belle e partecipate ” passeggiate popolari ” del 5 ottobre a San Martino della Battaglia e del 22 novembre a Lonato del Garda ci hanno regalato dei bei momenti passati insieme ma soprattutto ci hanno fatto crescere in consapevolezza : è ormai evidente infatti il salto di qualita’ compiuto dal Movimento No Tav attivo lungo la tratta Brescia – Verona.  Da quando siamo in campo con azioni dirette, incontri e manifestazioni di massa sul territorio non c’è più nessuna subalternità da parte degli enti locali rispetto alle istituzioni sovraordinate su questo tema.  In pochi mesi  abbiamo spostato i termini del confronto, dando a tutti la possibilità di avviare una discussione collettiva su un problema che non è più considerato nei riduttivi termini di compensazione e mitigazione, come ancora diversi amministratori comunali si attardano a fare: è ormai senso comune un no senza se e senza ma alla realizzazione di questa grande opera.

Appare ormai evidente a tutti che una dilazione dei termini per presentare le osservazioni o un rinvio dell’esame del progetto definivo attualmente in discussione non cambiano né lo scenario né tanto meno la prospettiva di opposizione integrale con tutti i mezzi che abbiamo a disposizione, essendo questa un’infrastruttura che giudichiamo inutile per i trasporti, dannosa al territorio e costosa per le tasche dei cittadini.

10847512_522749474528665_1291665479660046178_o (2)

FERMARLO E’ POSSIBILE . FERMARLO TOCCA A NOI.                             Convochiamo quindi per martedi 16 dicembre alle ore 21.00 un’assemblea popolare , a Ponte San Marco, frazione di un comune, quello di Calcinato, diventato oggi il cuore della resistenza al Tav: qui si susseguono i tentativi di effettuare i carotaggi dei terreni da parte  di tecnici sovente respinti dai proprietari e monitorati dai nostri militanti, con il conseguente innalzamento del livello di consapevolezza della cittadinanza.

Nel corso di questo appuntamento da un lato verra messo a punto un fitto calendario di iniziative pubbliche per l’inverno, dal’altro verranno definite le forme e gli strumenti di consulenza alla popolazione per sostenerla, allargando il fronte dell’opposizione al Tav anche a tutti quei paesi in cui non sono ancora attive strutture organizzate. Invitiamo quindi alla massima partecipazione tutte le persone, le associazioni , i comitati , i collettivi che vogliono proseguire nella lotta contro il TAV , aspettandoci anche un contributo in termini di idee e proposte.  

L’unica opzione, lo ribadiamo ancora una volta, è quella zero. Gli oltre quattro miliardi di euro destinati alla costruzione del TAV devono essere destinati al miglioramento e alla riqualificazione del servizio della ferrovia esistente, alle bonifiche , al risanamento idrogeologico del territorio.

L’UNICA VERA GRANDE OPERA

CASA REDDITO SALUTE DIGNITA’

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×