NO TAV CALCINATO: CONTRODEDUZIONI OSSERVAZIONI PROGETTO TAV

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×

11083909_703888469733367_754713911667806353_n (1)

Carissimi Cittadini di Calcinato,

sono giunte in questi giorni le controdeduzioni alle osservazioni al progetto TAV presentate dal Comune di Calcinato e di tutti coloro che hanno effettuato le osservazioni ai Ministeri.
ALCUNE INFORMAZIONI
€ 11.125.000 (UNDICIMILIONICENTOVENTICINQUEMILA) EURO, a tanto ammonta il “regalo” concesso dall’amministrazione comunale a CEPAV e RFI. 
Si tratta del saldo tra opere previste dal progetto definitivo, di cui l’amministrazione ha chiesto lo stralcio e opere compensative richieste dalla giunta Legati.
Nel dettaglio:
Le opere eliminate:
– spostamento del sottopasso Montichiari 1  nella campagna di Calcinatello (-130.000 euro)
-attraversamento in rilevato su galleria artificiale nei pressi di cascina Rossa nella campagna di Calcinatello (-4.300.000 euro)
-Cavalcavia di via Cavour (-6.700.00 euro)
-Cavalcavia S.Anna (-6.550.00 euro)
-Realizzazione di un nuovo cavalcavia al posto del sottopasso previsto nel tratto di interconnessione alla linea storica (-3.065.000 euro)
-la modifica alla viabilità di via Rovadino (-230.000)
Uno stralcio di opere che ammonta a 20.975.000, e che creerà gravi problemi di viabilità, eliminando le interconnessioni est-ovest nella campagna di Calcinatello  e il collegamento tra i centri abitati di Calcinatello e Ponte San Marco.
Le opere concesse:
-Pista ciclabile di 200 metri su via Cavour (120.000 euro)
-Rotonda tra via Cavour e via Statale (270.00 euro)
-Nuovo collegamento via Cavour-via Brescia (230.000 euro)
-Spostamento monumento e santella via Stazione (170.000 euro)
-Viabilità via Berlinguer (20.000 euro)
-Rotatoria via Berlinguer (200.000 euro)
-Rotatoria Via Statale (450.000 euro)
-Pista ciclabile Via Rovadino (660.000 euro)
-Spostamento del canile (1.100.00 euro)
-Nuovo ponte sul fiume  Chiese tra la via Cavour e via Zemogna (6.630.000 euro)
Nel caso del ponte sul fiume è però lo stesso general contractor a mettere in guarda dall’impatto ambientale di tale opera, si tratterà infatti di un ponte i 80 metri a 2 campate. La rotatoria per l’immissione tra la via Cavour e il ponte sarà rialzata di 3,5 metri con notevole occupazione di suolo e conseguenti espropri per la realizzazione delle opere di sostegno.
L’ammontare delle opere concesse è di 9.850.000 euro.
Tutte respinte invece le richieste di maggiori mitigazioni ambientali, quali l’aumento delle barriere anti-rumore, l’ampliamento delle aree di mitigazione ambientale, la realizzazione di filari e zone boschive. Respinto anche lo spostamento delle aree di cantiere, lo spostamento dell’elettrodotto, l’allargamento del sottopasso di via Cavour e la realizzazione della vasca di laminazione in via Rovadino.
Si tratta probabilmente dell’unico Comune sulla tratta a ricevere meno di quanto gli veniva proposto, lasciando sostanzialmente inalterato il consumo di suolo, anzi andando ad intaccare zone verdi che non venivano interessate dal tracciato. 
Il file,  posto sul sito del Ministero dell’Ambiente, è datato 27/03/2015 e potrà essere visionato da tutti al seguente link:
vedi finestra sotto

(n.1) Documentazione della procedura Valutazione Impatto Ambientale (Legge Obiettivo 443/2001) avviata in data 01/10/2014

    Titolo Sezione Codice elaborato Data Scala Dimensione
Visualizza il metadato Download pdf Controdeduzioni alle osservazioni pervenute Controdeduzioni CNT-DDZ-001 27/03/2015 6368 Kbytes
Cogliamo l’occasione per ricordarvi l’incontro mercoledì 29/04/2015 alle ore 20.30 presso sala civica di Ponte San Marco per il quale chiediamo fortemente di voler passare parola.
IL COMITATO NO TAV E COMITATO CITTADINI

 

0 Flares Twitter 0 Facebook 0 Filament.io 0 Flares ×