Archivi tag: eco festa del garda

Toninelli sul TAV BRESCIA-VERONA: IMBARAZZANTE!

IMBARAZZANTE.

Questo è l’aggettivo che ci viene in mente ascoltando l’intervento dell’ex Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli di sabato 7 settembre alla Eco-festa 5 stelle del Garda.

Toninelli sul TAV Brescia-Verona: IMBARAZZANTE!

IMBARAZZANTE. Questo è l'aggettivo che ci viene in mente ascoltando l'intervento dell'ex Ministro alle Infrastrutture e Trasporti Danilo Toninelli di sabato 7 settembre alla Eco-festa 5 stelle del Garda. Toninelli non era previsto nel programma, si è presentato "a sorpresa", forse per evitare le contestazioni di chi sul Garda si è sentito preso in giro dopo che i 5stelle hanno fatto campagna elettorale promettendo uno stop al TAV Brescia-Verona. Quando all'ex Ministro viene chiesto perché non ha ascoltato il territorio e perché non ha provato seriamente a fermare quest'opera che devasterà il Basso Garda…lui risponde parlando dei monopattini elettrici… O non capisce o pensa di poter prendere in giro le persone. Forse entrambe le soluzioni sono vere. Al netto dell'ironia che suscita l'ex Ministro, restano gli espropri di case, terreni e aziende e i cantieri che stanno per partire e che cambieranno la faccia al Basso Garda, per sempre. Le responsabilità sono tante, ma possiamo dire che i 5S sono entrati ufficialmente nel partito del cemento insieme a PD, Lega e Forza Italia. A difendere i territori restano le persone che li vivono e continueremo a farlo sempre più determinati di prima forti anche di un'analisi costi benefici che ci dà ragione!Per questo ci vediamo il 5 ottobre 2019: marcia #notav @Lonato

Gepostet von No Tav Brescia am Sonntag, 8. September 2019

Toninelli non era previsto nel programma, si è presentato “a sorpresa”, forse per evitare le contestazioni di chi sul Garda si è sentito preso in giro dopo che i 5stelle hanno fatto campagna elettorale promettendo uno stop al TAV Brescia-Verona.

Quando all’ex Ministro viene chiesto perché non ha ascoltato il territorio e perché non ha provato seriamente a fermare quest’opera che devasterà il Basso Garda…lui risponde parlando dei monopattini elettrici… O non capisce o pensa di poter prendere in giro le persone.

Forse entrambe le soluzioni sono vere. Al netto dell’ironia che suscita l’ex Ministro, restano gli espropri di case, terreni e aziende e i cantieri che stanno per partire e che cambieranno la faccia al Basso Garda, per sempre.

Le responsabilità sono tante, ma possiamo dire che i 5S sono entrati ufficialmente nel partito del cemento insieme a PD, Lega e Forza Italia. A difendere i territori restano le persone che li vivono e continueremo a farlo sempre più determinati di prima forti anche di un’analisi costi benefici che ci dà ragione!

Per questo ci vediamo il 5 ottobre 2019: marcia #notav @Lonato

 

6/9 presidio #notav: contestiamo l’ecofesta del movimento 5 stelle a Sirmione


PRESIDIO NO TAV – ORE 19.00 VENERDI’ 6 SETTEMBRE, SIRMIONE, VIA COMUNITA’ EUROPEA

CONTESTIAMO L’ECOFESTA DEL MOVIMENTO 5 STELLE

#############################

“Non ci sono governi amici”, come ripete da molti mesi la Val di Susa. Il riferimento è in primo luogo al Movimento 5 Stelle, che per anni si è spacciato No Tav, senza poi impegnarsi concretamente nel fermare l’Alta Velocità.

Questa estate è stata pubblicata l’analisi costi-benefici per la tratta Brescia-Padova. Una linea che è negativa per oltre 2 miliardi e 300 milioni di euro. Un’opera che costa molto meno fermare (nel caso peggiore 1,2 miliardo di euro di indennizzi) piuttosto che realizzare (8,3 miliardi preventivati).

Nonostante questi dati il 5 Stelle ha chiuso immediatamente ogni possibilità di dibattito pubblico. Invece di usare l’analisi costi-benefici per avviare un pressing politico sulla Lega, il Movimento per bocca di Toninelli ha dichiarato che l’opera va fatta, perché “costerebbe troppo fermarla”. Una bugia detta sapendo di mentire, visto che la relazione tecnico-giuridica ha dimostrato il contrario. Vergognoso il silenzio dei sindaci locali e degli altri partiti, tutti d’accordo a sprecare miliardi di denaro pubblico e a devastare il territorio.

Per tale ragioni ci mobiliteremo venerdì 6 settembre in occasione dell’Ecofesta del Movimento 5 Stelle. Organizzeremo un presidio per ricordare ai pentastellati e alle altre forze politiche che sono destinati a incontrare l’ostilità politica per chi da anni si batte contro l’Alta Velocità.

L’appuntamento è per venerdì 6 settembre alle ore 19 a Sirmione in via Comunità Europea.

Avanti No Tav!