Archivi tag: Lucio

Niccolò, Claudio, Mattia, Lucio, Francesco e Graziano finalmente liberi!

liberi

Finalmente Niccolò, Claudio e Mattia a seguito di istanza di scarcerazione sono liberi!

Parallelamente anche Lucio, Graziano e Francesco hanno fatto istanza e il giudice del loro procedimento ha deciso di liberarli, ma con la misura non detentiva dell’obbligo di dimora, a Milano e Lecce.

La situazione di Chiara invece è un po’ più complicata visto che alcuni mesi fa le è stata applicata dal tribunale  di Teramo la sorveglianza speciale che diventerebbe esecutiva qualora finisse gli attuali arresti domiciliari.

Di loro 7 e dei due diversi procedimenti con i quali la procura torinese avrebbe voluto far vincere il teorema del terrorismo abbiamo scritto molto in questi anni, denunciando il chiaro tentativo di rinchiudere la lotta No Tav dietro le sbarre, sperando di sfinirla e terrorizzarla.

Così non è stato ed insieme abbiamo percorso questo lungo cammino.

Lucio, Graziano, Francesco, Chiara, Claudio, Niccolò e Mattia hanno lottato con coraggio e determinazione , dimostrando a tutti cosa è in grado di fare un cuore che si getta oltre l’ostacolo.

Non è ancora completamente finita, soprattutto per Chiara, ma gioiamo del sapervi quasi tutti liberi e vi aspettiamo qui per percorrere di nuovo insieme questi sentieri di libertà.

Libertà per tutti i No Tav!

23 aprile: prima udienza per Graziano, Lucio e Francesco – Dalle 9:00 PRESIDIO AL TRIBUNALE DI TORINO

6940632747_33e31ec46b_z

La prima udienza del processo per Lucio, Francesco e Graziano è stata fissata per domani e si svolgerà a porte chiuse al tribunale di Torino, dove i tre compagni saranno giudicati per i reati di danneggiamento a mezzo di incendio, violenza contro pubblico ufficiale, detenzione e trasporto di armi da guerra. La scelta dei tre compagni è stata quella di procedere con un rito abbreviato, da qui il cambio di data: non più il 19 marzo, come era stato diffuso precedentemente, bensì, appunto, il 23 aprile.

I tre hanno attentamente valutato la scelta di intraprendere un rito abbreviato, in accordo con gli avvocati, a partire da considerazioni tecniche, in rapporto al processo intorno al reato di terrorismo per i no tav. Come già noto, il processo ai tre si inserisce tra la sentenza per Chiara, Claudio, Mattia e Niccolò del 17 dicembre e il probabile secondo grado di giudizio per i quattro, che potrebbe avvenire a partire dalla prossima estate, quando la procura di Torino tenterà di nuovo di avanzare l’accusa di terrorismo. Lo stesso tentativo anima il ricorso in cassazione, sempre ad opera dei due pm Rinaudo e Padalino, dopo che il tribunale del riesame aveva rigettato l’estensione anche per Lucio, Fra e Graziano dei reati di terrorismo. In questo rimbalzo di date certe e possibili, la scelta dell’abbreviato va nella direzione di voler considerare questo procedimento come parte di un progetto repressivo evidentemente più esteso.

LE LOTTE NON SI ARRESTANO,

LIBERTA’ PER TUTTI E TUTTE I NO TAV!

Ora sono sette: NON LASCIAMOLI SOLI – qui gli indirizzi di tutti

L’11 luglio scorso altri tre ragazzi (Graziano, Francesco e Lucio) sono stati arrestati con l’accusa di aver partecipato all’azione della notte tra il 13 e 14 maggio 2013 al cantiere No Tav.

A differenza di Chiara, Mattia, Claudio e Niccolò, in questo caso non è stato contestato loro il terrorismo. Questo in ragione della sentenza della Cassazione che aveva annullato l’ordinanza (qui) per i primi quattro arresti. I pm hanno però fatto sapere che anche i tre sono indagati per quel reato, il che significa che stanno ancora cercando prove. Continua la lettura di Ora sono sette: NON LASCIAMOLI SOLI – qui gli indirizzi di tutti