Archivi tag: solidarietà dal basso

L’aiuto per i terremotati continua: la solidarietà dal basso non si ferma!

Con piacere, dopo l’amatriciana solidale che abbiamo organizzato insieme ad altre realtà a fine gennaio, siamo riusciti a fare un secondo bonifico di 1443 euro per sostenere l’attività delle Brigate di Solidarietà Attiva presenti da agosto nell’aiutare le popolazioni terremotate.

16776121_1797045833953927_1776314943_o

La raccolta fondi continua presso i punti attivi sul territorio che trovate QUI e nello specifico a Brescia presso il bar Sotto Scala in Carmine.

QUI trovate maggiori informazioni sull’attività delle Brigate.
Per seguire quotidianamente la loro attività visitate la loro pagina facebook

QUI trovate maggiori informazioni sul nostro sostengo all’attività delle brigate.

E visto che chi dall’alto decide, continua a sperperare i soldi pubblici per opere inutili e non per i veri bisogni delle persone, noi continuiamo a cambiare le cose, giorno dopo giorno, con l’aiuto concreto e la solidarietà dal basso!

Ringraziamo tutti e tutte coloro che stanno sostenendo le nostre raccolte fondi! Avanti Brigate, avanti No Tav!

 

29/1: AMATRICIANA SOLIDALE CON LE ZONE TERREMOTATE IN SUPPORTO ALLE BSA @ BRESCIA

Coordinamento No Tav Brescia – Verona,  Radio Onda d’Urto, CSA Magazzino47, Kollettivo Studenti In Lotta, Associazione Diritti per Tutti (e altre realtà verso l’adesione) organizzano:

♨ PIATTONE DI AMATRICIANA ♨ solidale con le zone terremotate del Centro Italia e in supporto ai volontarti delle Brigate di Solidarietà Attiva – Terremoto Centro Italia!

DOMENICA 29 GENNAIO, ORE 13
AL CSA MAGAZZINO 47, VIA INDUSTRIALE 10 (BRESCIA)
PER INFO E PRENOTAZIONI CHIAMA AL N° 03045670

Costo a sottoscrizione di 10 € compreso di: piattone di spaghetti all’Amatriciana (con bis incluso), vino, pane e torta
ALTERNATIVA VEGANA
Obiettivo 100 coperti!

16299643_10154780372174718_1257312830895262254_o

——————–
Potete seguire gli aggiornamenti dell’inviata di Radio Onda d’Urto Rosangela, al momento nelle zone terremotate del Centro Italia, seguendo in FM Radio Onda d’Urto, scaricando l’app per lo streaming o visitanfo il sito www.radiondadurto.org al link —> http://www.radiondadurto.org/2017/01/24/terremoto-le-corrispondenze-con-rosangela-inviata-della-nostra-redazione/

Appello delle Brigate di Solidarietà Attiva lanciato al popolo No Tav: servono volontari subito!

da notav.info: Riceviamo e volentieri pubblichiamo – Servono volontari per proseguire l’intervento di aiuto ai terremotati, e servono subito. È un appello urgente quello che le Brigate di Solidarietà Attiva lanciano al popolo No Tav. La fine delle ferie natalizie, la ripresa delle scuole, e l’indisponibilità di alcuni volontari a causa dei malanni di stagione, ha portato all’orlo della paralisi l’attività delle Brigate in tutti i “campi” delle BSA che lavorano a sostegno della popolazione di Amatrice e degli altri Comuni coinvolti dal terremoto. La maggior urgenza è per la settimana in corso e per quella a venire, quando, a causa della carenza di volontari, rischiano di dover chiudere o lavorare ad orari ridotti gli “spacci popolari” di Amatrice e Colli del Tronto, che, grazie alle donazioni, riforniscono le famiglie terremotate di ogni genere di prima necessità: cibo, vestiti, materiali per l’igiene personale e per le pulizie. Rischiano di fermarsi anche le “staffette” ovvero i giri di consegne a domicilio alle famiglie più isolate, che non possono recarsi direttamente agli spacci popolari. 

L’appello al popolo No Tav, vicino alle Bsa con donazioni e volontari fin dai primi giorni dopo il terremoto, è chiaro. “È fondamentale muoversi in fretta perché questi servizi non vengano a mancare”, ribadiscono le Bsa, che ad oggi rappresentano l’unico aiuto concreto per centinaia di famiglie che hanno perso tanto, tutto, a causa del terremoto. 

Per candidarsi basta compilare il questionario presente all’indirizzo

https://www.facebook.com/terremotocentroitalia/

Altre info su:

http://brigatesolidarietaattiva.blogspot.it

Continua l’aiuto dal basso alle popolazioni colpite dal terremoto del centro Italia!

Lo scorso anno come movimento NO TAV Brescia-Verona abbiamo deciso di rispondere all’emergenza causata dal sisma di agosto nel centro Italia portando avanti una solidarietà dal basso sostenendo il lavoro svolto dalle Brigate di solidarietà attiva.

Alcuni di noi sono andati direttamente ad aiutare in diversi periodi dell’anno le attività di staffetta svolte sul territorio ormai da mesi (per la quale c’è sempre bisogno di volontari, per cui in caso prendete contatti con le brigate se volete aiutare).

Grazie all’aiuto di tutti e tutte voi siamo riusciti anche a raccogliere 1300 euro che abbiamo versato sul conto creato della Brigate per coprire le spese dell’aiuto concreto e costante che stanno fornendo sui territori colpiti.

bonifico-no-tav-x-le-bsa

La nostra raccolta fondi per sostenere queste attività continua con i punti di raccolta che potete trovare qui (https://www.facebook.com/511857985617814/photos/a.511858032284476.1073741826.511857985617814/806539746149635/?type=3&theater).

Possiamo sostenere L’EMERGENZA TERREMOTO  anche facendo direttamanete una donazione tramite c/c bancario IT34 S031 2715 4000 0000 0002 551.

Nei prossimi mesi organizzeremo alcuni eventi di raccolta fondi perchè di fronte alle scelte di un governo che persiste nel sperperare i soldi pubblici in opere inutili al posto che per la messa in sicurezza del territorio e delle persone che vivono in una situazione di disagio, cambiare le cose tocca di nuovo a tutti e tutte noi!

Invitiamo tutti e tutte a seguire il prezioso lavoro che centinaia di volontari e volontarie da mesi stanno facendo nella zona del cratere per potere permettere un presente più dignitoso a chi è stato colpito dall’ennesima tragedia che si sarebbe potuta in gran parte evitare, seguendo la pagina delle Brigate di Solidarietà Attiva – Terremoto Centro Italia

#notav #brigatedisolidarietàattiva #terremoto

Elenco punti raccolta fondi per i terremotati da Brescia a Verona – in aggiornamento

L’elenco è in continuo aggiornamento!
PER MAGGIORI INFORMAZIONI SULLA DESTINAZIONE DEI FONDI: http://notavbs.org/%EF%BB%BFla-raccolta-fondi-terremotati-continua.html

PUNTI FISSI

Bar SOTTOSCALA
via Porta Pile 17 (Carmine) – Brescia

Negozio LE SFUSE
via San Faustino 31 A – Brescia
aperto dal lunedì al sabato
orari: 9:00-13:00  – 16:00-19:30

Bar OSTERIA AI PRETI
via Interrato Acqua Morta 27 – Verona
aperto dal lunedì al sabato
orario continuato dalle 10:00 alle 2:00

Libreria CASTELLI PADOVANI
via Roma 20 – Desenzano
aperto tutti i giorni
orario continuato

Tabaccheria LUCA GHIDINI
via Schiannini 13 – Ponte San Marco (Calcinato)
orari: 7:00-12:00 – 15:00-19:00

Azienda agricola FIORENZO BONATTI
loc. Machetto, 2, – Centernaro (Desenzano del Garda)
orari: giovedì e venerdì mattina e pomeriggio, sabato mattina

KAOS – Kasa Auto Organizzata Sarezzo
Via Repubblica 54 – Lumezzane (Brescia)
per info QUI

AZIENDA FLUOROVIVAISTICA CORSINI GABRIELLA
Via Brescia – Calcinatello (Brescia)
tutti i giorni; 8:00 -12:00; 14:00 – 19:00

PUNTI TEMPORANEI

8 OTTOBRE @ PRESIDIO-FESTA NO TAV
Via Campagna di sopra, Lonato (BS)
per informazioni QUI

10 SETTEMBRE @SERATA BENEFIT PER LA SOLIDARIETA’ ATTIVA (con cena)
Via Repubblica, 54, 25065 Lumezzane (Brescia)
per informazioni QUI

2-3 SETTEMBRE @ 2 GIORNATE DI SOLIDARIETA’ E BELLEZZA
Festa del Caffè Letterario Primo Piano
presso l’Oratorio Santa Maria in Silva – Brescia
per informazioni QUI

2 SETTEMBRE @ RECLAIM THE SPACE
Evento del Collettivo Gardesano Autonomo
presso il Parco delle Pozze – Lonato
per informazioni QUI

L’AIUTO PER I TERREMOTATI CONTINUA: INFORMAZIONI UTILI!

QUI trovate tutti i punti di raccolta fondi (fissi e temporanei) da Brescia a Verona. 

A breve organizzeremo inoltre un evento benefit specifico che vi comunicheremo! A FINE PAGINA TROVATE LE INFORMAZIONI PER DONAZIONI, AIUTI MATERIALI, VOLONTARI, ECC.

Vorremmo però sottolineare che se  cercare di aiutare in questi casi è il minimo che si possa fare come esseri umani, purtroppo non sarà la solidarietà a risolvere la messa in sicurezza di un paese sismico come l’Italia e ad impedire che altre stragi come questa accadano.

La grave responsabilità dei governi che hanno foraggiato “grandi opere” negli ultimi 20 anni e che continueranno a farlo va continuamente denunciata, e come movimento NO TAV continueremo a lottare per far si che ci sia un cambio rotta: i soldi destinati a queste grandi opere inutili e dannose devono essere dirottati verso un progetto nazionale di messa in sicurezza dei territori.

Sono anni che la lotta NO TAV a livello nazionale denuncia questa cosa e ogni volta, ad ogni disastro, dagli allagamenti nel genovese, agli scontri di treni in Puglia fino a questo ennesimo terremoto, siamo costretti a ricordare come le scelte dei governi siano esclusivamente proiettate verso i propri interessi e profitti economici a discapito della salvaguardia della vita e del futuro dei territori e di chi li vive.

I governi passati, cosi come quello attuale, hanno SCELTO di sperperare i fondi stanziati per le abitazioni antisismiche in altro.

Dietro all’ennesimo disastro c’è sempre un sistema al quale noi decidiamo di non affidarci più. Questo sistema è marcio e corrotto, è quello stesso sistema che ciclicamente si muove allo stesso modo: di emergenza in emergenza, anzichè di prevenzione. Quello che trasforma crisi e catastrofi prevedibili in “opportunità economiche” di ricostruzione.

Noi in questo momento di emergenza crediamo nella solidarietà dal basso e nel cercare di rendere autonomi quanto prima tutte quelle persone che si trovano in difficoltà a causa di questo disastro. Scegliamo quindi di sostenere le Brigate di Solidarietà Attiva che negli scorsi giorni hanno allestito dei campi con l’obiettivo di creare uno spazio che possa essere utile agli abitanti, che possa essere autogestito da loro stessi, per rendersi liberi da quel rapporto di servizio che impone la macchina dell’emergenza e che possa rispondere concretamente alle esigenze dei queste persone.

Possiamo seguire passo passo il lavoro delle Brigate di Solidarietà attiva attraverso i canali su questa pagina facebook.

Possiamo sostenere L’EMERGENZA TERREMOTO facendo direttamanete una donazione tramite c/c bancario IT34 S031 2715 4000 0000 0002 551

Se qualcuno fosse interessato ad aiutare come volontario nei luoghi di emergenza è possibile scrivere alla mail volontaribsa@gmail.com indicando:

Nome e Cognome
– Numero di telefono
– Luogo e data di nascita
– Città di provenienza
– Giorni di disponibilità (Per una migliore gestione dei turni dei volontari, si richiedono disponibilità della durata di minimo 4 e massimo 7 giorni.)
– Se si è auto-muniti
– Competenze e professionalità particolari (idraulici, elettricisti, cuochi/e ect).

Anche da Brescia stiamo organizzando un gruppo, se vuoi venire con noi contattaci con le stesse informazioni alla mail info@notavbs.org

Per le consegne di beni materiali ogni punto di raccolta deve scrivere alla mail magazzinibsa@gmail.com indicando un referente al quale verrà inviato il proforma di inventario da compilare.
Finchè non arriva il proforma compilato non consideriano attivabile quel punto raccolta per la consegna.

La raccolta fondi per i terremotati continua: la solidarietà dal basso cambierà le cose!

Grazie all’aiuto di tutti e tutte ieri sera siamo riusciti a raccogliere 400 euro che nei prossimi giorni ci permetteranno di comprare beni di prima necessità per le persone terremotate.
 
LA RACCOLTA CONTINUA ANCHE STASERA E DOMANI SERA PRESSO la Festa di Radio Onda d’Urto: ci potete trovare al banchetto NO TAV (tra tenda blu e salamaia) e all’ingresso principale!
 
La solidarietà popolare dal basso fatta da reti sociali, spazi autogestiti, lotte contro le grandi opere o per il diritto all’abitare sta dando un contributo concreto fin dalle prime ore dopo il terremoto, senza mediazione di istituzioni o banche, senza aspettare i soliti sciacalli che cercheranno di trarre profitto ancora una volta anche da questa tragedia, senza aspettare i finti rammarichi di chi specula tutto l’anno sulle nostre vite decidendo di investire miliardi in opere inutili come il TAV anziché destinarli alla messa in sicurezza di centinaia di edifici e la manutenzione di collegamenti essenziali nel Centro come nel Sud Italia.
 
Ed è proprio questa solidarietà che ancora una volta ci dimostra che insieme possiamo fare tanto e cambiare questo paese!
VI ASPETTIAMO STASERA E DOMANI!
 #notav #solidarietà #terremotati #nonlasciamolisoli