Archivi tag: #trenitaglia

Treviglio-Brescia: in arrivo treni ancora più cari..grazie TAV!

Entro la fine del 2016 si prevede l’inaugurazione del TAV Treviglio-Brescia, con più di un anno di ritardo rispetto ai programmi iniziali (doveva servire per Expo 2015).

E anche se Trenitalia da febbraio metterà due coppie di Frecciarossa “di prova” a spola tra Milano e Brescia, che viaggeranno con gli stessi tempi dei Frecciabianca,  vorremmo capire quanti e quali convogli veloci continueranno a transitare sulla linea «storica» a beneficio di chi ogni mattina va a Milano.

Le ferrovie per ora rimandano al nuovo orario invernale, e si limitano ad anticipare che bisognerà abbonarsi ai Frecciarossa, il che fa capire che le Freccebianche tenderanno a scomparire, e si dovrà spendere di più per fare lo stesso tragitto.

Per ora le ferrovie fanno pagare il Frecciarossa “solamente” 3 euro in più rispetto ai Frecciabianca, anche se i tempi di percorrenza restano sempre di 49 minuti in entrambi i casi; la differenza sta nel fatto che le rosse al posto di offrire prima e seconda classe come le bianche, permettono di scegliere tra i livelli standard, premium, business ed executive. Dicono siano servizi completamente diversi.

Ovviamente anche se le ferrovie cercano di tacere la cosa, sappiamo bene che la nuova alta velocità avrà prezzi ancora più cari, basta vedere cosa è accaduto sulle altre linee ad Alta velocità.

Il problema più grosso è che come sempre i pendolari si troveranno di fronte a poche scelte giacché i treni regionali sono ormai un servizio sempre più scarso e inefficiente, visti i tagli fatti negli ultimi anni, e le Freccebianche verranno ridotte per dare spazio alla nuova alta velocità, ancora più cara di quella di adesso.

Siamo davvero sicuri che questo sia il giusto modo per incentivare il trasporto su rotaie? 

(cerchiamo di sdrammatizzare l’imbarazzante situazione in cui versano le Ferrovie dello Stato con questo video ironico)

 

Racconta la tua esperienza con le ferrovie dello stato con #trenitaglia

Treni super-veloci e super-confortevoli. Ecco il nuovo servizio offerto dalle ferrovie italiane…ma per chi questi servizi li usa la realtà è ben diversa!

Una realtà fatta di ritardi cronici e soppressione frequente di corse, molti treni costosissimi e vuoti contro pochi treni economici che inevitabilmente sono sempre stracolmi, assistenza clienti confusa o inesistente e mille altre sorprese che Trenitalia può offrire quotidianamente, trasformando un normale spostamento in un’ avventura surreale e tragi-comica in stile fantozziano.

Ma fuori dalle stazioni questa realtà non arriva… per le molte persone che non prendono il treno vengono costruite campagne pubblicitarie che mirano a giustificare i nuovi investimenti ferroviari come le Frecce o la T.A.V, mentre un altro servizio pubblico viene spolpato a danno non solo degli utenti, ma del intero paese.

Contro i loro slogan e le loro false campagne pubblicitarie, RACCONTA LA TUA ESPERIENZA USANDO #trenitaglia su https://www.facebook.com/pages/Trenitaglia/167526330106661.

Mentre con i soldi pubblici si finanzia l’alta velocità sia sulle tratte esistenti (1342 km su 22.000 totali), sia con la costruzione delle nuove tratte T.A.V, il servizio reale per la stragrande maggioranza degli utenti è drasticamente peggiorato.

131 stazioni abbandonate
1700 stazioni senza personale
7000 Km di binari non utilizzati

Secondo uno studio di Confcommercio se noi avessimo la rete capillare che hanno i tedeschi il nostro PIL vanterebbe + 20 miliardi di euro; se avessimo investito tutti i soldi che i tedeschi hanno investito negli ultimi 12 anni nell’ammodernamento della rete ferroviaria già esistente oggi avremmo 120 milardi di euro in più.
Se il sud italia disponesse di una rete ferroviaria come quella della Lombardia il PIL segnerebbe un + 48 miliardi di euro.
Avremmo cioè un miglior servizio e più soldi in tasca!

ALTA VELOCITA’ : BASSISSIMA QUALITA’! DICIAMO BASTA ALLE TRUFFE!